Gin Mare logo
Gin Mare logo mobile
Med Drops logo

Simone Bonanni e i ritmi del Design moderno

by Redazione

31 / 01 / 2022

Simone Bonanni e i ritmi del Design moderno
Simone Bonanni e i ritmi del Design moderno

 
Simone Bonanni (immagine di copertina di Davide di Tria) è un Product Designer. Attualmente disegna per brand italiani e internazionali dedicandosi sia al design del prodotto che allo sviluppo di Edizioni Limitate, affiancando alla progettazione l’attività di docente presso l’Istituto Europeo di Design e IED Master. Med Drops lo ha incontrato per voi.
 
Bonanno in piscina
 

Nella tua quotidianità senti di fare parte del mondo della mediterraneità?

 
La mediterraneità è una sensazione strettamente correlata con la sfera quotidiana e la si percepisce in piccole dinamiche a cui spesso non facciamo caso.
Si tratta del colore della luce, dell’animo delle persone, dell’odore dell’aria e del sapore dei cibi. Ho la fortuna di fare un lavoro che è anche uno stile di vita. E’ una passione che va oltre le ore trascorse in studio e spesso invade le ore notturne.
La mediterraneità condiziona e plasma il mio modo di vivere dalle radici e di riflesso condiziona il mio lavoro, infondendo una sorta di tensione rimantica.
 

prospettive poltrona SImone Bonari
Ph. Davide di Tria

 

A livello creativo e progettuale, puoi considerare la mediterraneità una fonte di ispirazione o un condizionamento stilistico?

 
Lo è sicuramente, anche se è molto difficile darne delle prove con esempi concreti. Penso che la mediterraneità abbia più a che fare con il modo di vivere e pensare e si traduca nell’abilità di riconoscere la bellezza in particolari tipi di momenti o oggetti.
 

Quale fra tutti, un esempio di arte che rappresenta la mediterraneità nella sua essenza più iconica?

 
L’arte culinaria penso sia la migliore espressione artistica per rappresentare lo stile di vita mediterraneo.
 

 

Se dovessi definire in poche parole il concetto di ospitalità, come lo descriveresti?

 
Un piatto di pasta al sugo di pomodoro con una fogliolina di basilico. Pochi ingredienti, tutti presenti e ben visibili, senza segreti. Un gusto genuino, che non stufa …che quasi quasi “faccio il bis”.
 

Potresti descrivere in poche parole, una caratterizzazione tipica del lifestyle mediterraneo, che lo distingue dal suo concetto portante nel resto del mondo?

 
La ricerca della qualità in ogni aspetto della vita.
 
spritz dall'alto
 

Provando a pensare alla tua esperienza, puoi scegliere per noi un luogo elettivo che rappresenti il “luogo del cuore” sia a livello personale che professionale?

 
I luoghi del cuore che mi emozionano sono spesso legati a ricordi dell’infanzia e non sono necessariamente paesaggi da cartolina. Si tratta di momenti trascorsi nella mia terra, nella zona del Friuli Venezia Giulia. Dovessi nominare un luogo geografico preciso, direi Caorle, d’inverno.
 
Matteo Bonanno in mezzo alle onde
 

Pordenone, una delle zone più amate dagli stranieri e dai paesi del Nord. Cosa per te particolarmente attrae di questa terra?

 
Ad attrarre sono le persone. Persone abituate al lavoro e alla fatica, assolutamente intelligenti e immancabilmente di cuore. Non amo generalizzare, ma in genere, di uno di Pordenone ci si può fidare.
 
panda in mezzo al prato
 

Sei membro della facoltà di Product Design presso lo IED di Milano. Come sta cambiando il Design in questi anni? Quali le direttrici principali?

E’ davvero difficile individuare delle direttrici. Siamo in un’era in cui lo scenario cambia quasi quotidianamente e i trend durano solo poche settimane.
L’era dei social media ha drammaticamente velocizzato il processo di produzione, lancio e assimilazione dei nuovi prodotti ed il pubblico è sempre più preparato ed esigente.

E’ evidente come si stiano definendo figure di progettisti, imprenditori e compratori appartenenti ad una generazione nuova, con valori spesso in antitesi rispetto a quella precedente. E’ un periodo di forte cambiamento ed è difficle prevedere i prossimi passi. Di sicuro si sta verificando un’apertura al tema della sostenibilità, anche e soprattutto ad un livello di mass culture (che forse è il motivo per cui la gente inizia ad esserne davvero interessata). Se ne parla da decenni, ma a parer mio siamo ancora lontani da soluzione concrete. Per questo parlo di “apertura”.
 

tavolino con gambe di vetro
Theo Fiam

 

Post Suggeriti

RFMAS, i gioielli di Capri
RFMAS, i gioielli di Capri

RFMAS, i gioielli di Capri

Una lungimiranza e una passione per i gioielli che parte da lontano e si consolida nel corso degli anni con un successo sempre crescente. I designer Roberto Faraone Mennella e Amedeo Scognamiglio, sono gli artefici di gioielli che, valorizzando la tradizione della gioielleria Made in Italy,  hanno fatto perdere la testa a celebrities, pop star e […]

by Redazione
Il progetto Med drops
Il progetto Med drops

Questo sito web utilizza i propri cookie e quelli di terzi per migliorare i servizi, nonché per ottenere statistiche anonime sull’utilizzo del sito. Continuando a navigare l’utente ne accetta l’uso secondo i termini stabiliti nella Politica sui cookie.